• I metodi di pagamento accettati da Sofando sono PaypalCarta di Credito, Carte di Debito, Bonifico Bancario o Pagamento Rateale tramite la azienda Consel.

  • Scegliendo come metodo di pagamento Paypal o Carta di Credito sarete direttamente indirizzati alla pagina di pagamento e riceverte una copia dell'ordine sulla casella e-mail di registrazione.


  • Scegliendo come metodo di pagamento Bonifico Bancario riceverete nella vostra casella mail l'ordine con le coordinate bancarie per il bonifico che riportiamo anche qui sotto:


SOFANDO

C/C 2006765
ABI 05387 – 23911
CIN B
IBAN IT82B0538723911000002006765

  • Scegliendo l' opzione di Pagamento a Rate Tramite Consel sarete re-indirizzati al sito della Consel dove dovrete inserire i dati che vi chiedono per ottenere il finanziamento, una volta inseriti tutti i dati necessari (cosa estremamente semplice e veloce) la azienda Consel vi informerà sulla approvazione o no del vostro finanziamento nell' arco delle 24 ore. Il Decreto Legislativo n. 141 del 13 agosto 2010 - attuativo della Direttiva Comunitaria 48/2008 – ha modificato il D.lgs. n. 385 del 1 settembre 1993 (T.U.B.) in materia di TRA SPARENZA VERSO I CONSUMATORI. Le disposizioni, entrate in vigore a decorrere dal 1° giugno 2011, riguardano le modalità di calcolo del TAEG e la CORRETTA E COMPLETA ESPOSIZIONE DEGLI ESEMPI. CONSEL, a tutela reciproca e in ottemperanza a quanto richiesto, FORNISCE UNA GUIDA PER ESSERE TRASPARENTI VERSO I CLIENTI E IN LINEA CON QUANTO RICHIESTO DA BANCA D’ITALIA, POTETE SCARICARLA CLICCANDO QUI.

  • E' possibile in ogni momento visualizzare il vostro ordine cliccando sulla barra in alto "Miei Ordini".

  • Tutti i prezzi riportati su SOFANDO.IT sono da intendersi IVA inclusa.

  • La nostra società, al momento della consegna del prodotto acquistato, emetterà un documento attestante la vendita e la spedizione, questo documento varrà come garanzia per due anni.

  • Al momento dell'ordine potete richiedere l’emissione della fattura, indicando i dati necessari (Nome e cognome, denominazione ditta, indirizzo, codice fiscale e partita iva).

  • La procedura da noi adottata è conforme alle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate ed è configurata come "commercio elettronico indiretto" in quanto, la transazione commerciale, avviene in via telematica ed il cliente riceve la consegna fisica della merce a domicilio secondo i canali tradizionali, ossia tramite vettore o spedizioniere (cfr. risoluzione 21 luglio 2008, n. 312/E, risoluzione 15 novembre 2004, n. 133/E).

  • Ai fini Iva, le operazioni di commercio elettronico indiretto sono assimilabili alle vendite per corrispondenza e non sono, quindi, soggette all’obbligo di emissione della fattura (a meno che la stessa non sia richiesta dal cliente all’atto dell’ordine) come previsto dall’articolo 22 del D.P.R. n. 633 del 1972, né all’obbligo di certificazione mediante emissione dello scontrino o della ricevuta fiscale ai sensi dell’articolo 2, lettera oo) del D.P.R. 21 dicembre 1996, n. 696. I corrispettivi delle vendite vengono, comunque, da noi regolarmente annotati nel registro previsto dall’articolo 24 del D.P.R. n. 633 del 1972.